Francesco Napoli

24/02/1984, Salerno

Danzatore/Performer.

Dopo il diploma alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, continua il percorso di studi con Marcela Serli, Claudio Morganti, Michele Di Stefano, Deflorian/Tagliarini e Paola Lattanzi. In qualità di performer prende parte ad importanti manifestazione (Torinodanza, Biennaledanza, Short Theatre, Vetrina XL Giovane danza d’autore, Danae Festival) eventi artistici (Fault Lines, retrospettiva artistica di Allora/Calzadilla promossa dalla Fonsazione Nicola Trussardi) e di moda (Progetto Borderline di Virginia von zu Furstenberg/ Dancecross for fashion art and design). Lavora in bilico tra espressione corporea e teatro di parola, cercando un’identità all’interno del vasto contenitore della performance contemporanea e al tempo stesso cercando di contravvenirne le regole, alla ricerca di una drammaturgia personale che unisca le sue passioni/studi/interessi dall’architettura, al cinema, all’arte contemporanea. Dalle ultime esperienze nasce con Chiara Caterina nel 2015 il Collettivo Bonvoyage che attraverso una pratica multidisciplinare in equilibrio tra video, performance e installazione, vuole interrogarsi sull’idea di frontiera tra i generi nutrendosi della suggestione musicale e narrativa nel contesto della provincia contemporanea. E’ del 2011 la fondazione della FAP (Fondazione Aurelio Petroni) progetto di arte contemporanea e residenza che intende promuovere le forme artistiche emergenti e sperimentali. Collabora col performer e coreografo Francesco Marilungo (Milano) e le compagnie OHT – Office for a Human Theatre (Rovereto) e DispensaBarzotti (Parma).